Non sei una città morta

Non sei una città morta
non sei regole vuote
sei l’uomo nell’esistenza
l’esistenza nell’uomo

sei avanti e in divenire
prima di tutto prima del niente
fino alla fine dopo la fine
per poter redimere

sarai tu a concludere
la vita la storia l’esistenza tutta
e tu che mi precedi e mi superi
aspettami e salvami:

respirerò il tuo respiro
raggiungerò la tua vetta
sarò da solo ad osservare
i tuoi segni i tuoi disegni
le tue tracce nella vita

Come cielo limpidissimo dev’essere il mio cuore

Ricaccio dentro quei pensieri malvagi di superbia che si nutre di sguardi di approvazione e compiacimento nel essere ben visto dagli altri.

Del profumo di vacanza estiva posso gioire, di nubi voluminose che si accendono al culmine come candele.

È fatica resistere a quei pensieri, più subdoli e nascosti di quelli contro i quali cerco di combattere.

Puro come il più libero degli esseri,

saldo come un braccio che ti salva.
Come cielo limpidissimo dev’essere il mio cuore.

Qualcun’altro impazzisca per prolungare la sua vita
nascondendo il suo sacco di vermi dietro ad un mito faraonico!

Io di questo non mi voglio preoccupare: mia tomba e mio rifugio per la vita eterno sia l’amore misericordioso di Dio.

Vorrei

Respirare aria d’Atlantico

Volare fino in Cile

Ridere ad una battuta in un’altra lingua

Bere una birra buona con gli amici in collina d’estate

Trovare le parole giuste per una canzone

Trovare lo sguardo con cui condividere una passione

Vedere una persone sorridente libera e felice

Vedere Noureddine e piangere e dirgli che è uno scemo

Andare in alto in alto e abbracciare tutto

Sapere che la vita dei miei figli sarà felice nonostante il male.

un pezzetto di me

Chiudo gli occhi

trattengo il respiro

sento la testa diventare pesante

resisto

sparisce la stanza attorno

picchia forte

il mio cuore nelle tempie

ignoro

le piccole luci della notte

spariscono le voci nel cervello

respingo la superbia

rimando gli istinti

in fretta

raccolgo i miei desideri migliori

ho solo pochi secondi di lucidità,

ma ecco che nel buio,

di nascosto anche ai miei peccati

ti offro gratis

un pezzetto di me.